ANTIGRAVITY® 2017-11-20T20:57:29+00:00

Decompressione discale e miglioramento del mal di schiena
Maggior idratazione dei dischi intervertebrali
Distensione del Sistema nervoso, viene creato spazio ed allungamento dei nervi
Miglioramento della circolazione sanguigna e linfatica (riduzione di vene varicose e cellulite)
Maggiore ossigenzione dei tessuti e del cervello
Rafforzamento della muscolatura di sostegno
Stimolazione al maggior rilascio degli ormoni della felicità (serotonina, endorfine e dopamina)
Aumento della risposta propriocettiva e della consapevolezza cinesteti

La terapia dell’inversione è una maniera naturale di dar sollievo al mal di schiena, di migliorare la circolazione, ridurre la tensione e lo stress, agendo contro gli effetti negativi che la gravità produce giorno dopo giorno.
Contrariamente a quanto possa sembrare questa tecnica era già utilizzata nell’antichità.
Nel 400 a.c., Ippocrate, padre della medicina, consigliava ai sofferenti di dolori alla schiena, la trazione spinale.
Già 3.000 anni fa gli Yogi usavano tra i loro asana (posizioni dello Yoga) quelle capovolte (ad esempio Sirsasana – sulla testa, Sarvangasana – sulle spalle ecc.) e da millenni questi asana vengono praticati per il benessere psico-fisico dell’uomo, confermando negli anni l’importanza delle posizioni invertite nel ristabilire l’armonia del corpo, migliorarne la circolazione sanguigna, linfatica ed energetica, stimolando l‘ossigenazione del cervello e migliorandone la funzionalità delle ghiandole pineale e pituitaria.

La funzione del disco è di 3 tipi :
separare le vertebre
donare flessibilità alla spina dorsale
aiutare ad assorbire gli urti
Il distanziamento dei dischi è importante affinché la comunicazione tra i centri nervosi del cervello ed il corpo avvenga perfettamente. La parte interna dei dischi è fatta di materiale che dona flessibilità alla schiena. Con il passare degli anni la forza di gravità avvicina sempre di più le vertebre, assottigliando progressivamente i dischi intervertebrali, che si inaridiscono ed irrigidiscono tutto ciò ci fa perdere almeno 1 -1,5 cm di statura.
L’AntiGravity ci aiuta a combattere l’effetto negativo della forza di gravità.

L’AntiGravity ci aiuta ad aumentare l’ossigenazione del cervello.
L’Inversione aumenta l’apporto di ossigeno al cervello
La degenerazione cerebrale non avviene solo per le cause dell’età. Piuttosto è causata dall’indurimento delle arterie e dall’elevata pressione sanguigna che riducono l’ossigenazione del cervello.

Controindicazioni per la partecipazione alla lezione di ANTIGRAVITY:
GLAUCOMA
DISTACCO della RETINA
SPONDILOSI
CHIRURGIA RECENTE
ARTRITE GRAVE
ERNIA IATALE
ERNIA DEL DISCO IN PROCESSO INFIAMMATORIO
RECENTE ICTUS
GRAVIDANZA
PRESSIONE DEL SANGUE MOLTO ALTA O MOLTO BASSA
Inoltre, se si patisce di VERTIGINI o si soffre di MAL di MARE il lavoro con l’amaca potrebbe dare fastidio, e scatenare nausea.

ORARI CORSI ANTIGRAVITY®

PRENOTARE